Cristina Ghiglia

Artista, arteterapeuta

“Conservare lo spirito dell’infanzia dentro di sé per tutta la vita vuol dire conservare la curiosità di conoscere, il piacere di capire, la voglia di comunicare”.
- B. Munari -

Da oltre venti anni lavoro in ambito creativo sia come artista, sia in qualità di conduttrice di laboratori espressivi e corsi artistico-creativi, dedicati a tutte le fasce di età. L'esperienza mi ha fatto maturare la convinzione che il “fare arte”, a tutte le età e in ogni condizione, fa stare bene. Creare è comunicare, giocare, esperire, conoscersi nel profondo, trovare nuove soluzioni.

La professione di arte terapeuta nasce proprio dal desiderio di continuare il lavoro in questa direzione.

Arte terapia

Oltre a permettere di tracciare lo sviluppo della storia umana, in ogni cultura e sotto ogni aspetto, l'arte ha dato forma alle idee, sentimenti, sogni e aspirazioni. Essa registra e trasmette una vasta gamma di emozioni condivisibili, uno strumento per dare un senso alle esperienze interiori senza fare uso di parole.

L'arte terapia è nata appunto dall'idea che le immagini artistiche possano aiutarci a comprendere chi siamo, a esprimere sentimenti e idee impossibili da comunicare a parole, ad arricchire la vita attraverso l'espressione di Sè.

Si può definire l'arte terapia come una terapia relazionale che usa in modo privilegiato e terapeutico le tecniche artistiche. L'arte terapia pone la sua attenzione al processo creativo e all'espressione attraverso i materiali artistici prediligendo il linguaggio dell'opera artistica come mezzo di comunicazione tra la persona e l'arte terapeuta.

L'atelier di arte terapia è uno spazio protetto di condivisione e riconoscimento che consente, a chi lo frequenta, di trovare il proprio spazio rapportandosi, con il proprio Sé, con le proprie emozioni sia all'interno di una dinamica di relazione di gruppo, sia con l'arte terapeuta. Il tutto avviene in una dimensione non giudicante e di accoglienza.

Importante è la qualità della relazione che si stabilisce fra la persona e l'arte terapeuta; una relazione che si fonda nell'interazione continua, in un rapporto di accudimento e presa in carico, in cui l'arte terapeuta mobilita tutte le sue competenze artistiche e relazionali con l'obbiettivo di sostenere e accompagnare la persona durante tutto il processo creativo fino alla realizzazione dell'opera.

Particolare attenzione si pone a tutto il processo creativo quale modalità terapeutica che racchiude possibilità di riparazione, trasformazione, auto-esplorazione e l'acquisizione di nuove competenze e diverse modalità espressive. L'arte terapia pertanto può avere applicazioni terapeutiche, riabilitative e educative.

MOSTRE - 04/06/2014

Mostra d'arte

dal 21 al 29 giugno presso il Centro visitatori de...

Progetti di arteterapia

Sempre più spesso l'attività manuale e artistica è messa da parte, il bambino e l'adolescente non trovano nelle strutture scolastiche uno spazio dedicato a queste attività, a causa di mancanza di insegnanti, riduzioni di orario e difficoltà economiche, oggi facilmente riscontrabili in moltissimi istituti scolastici.

Nel tempo libero il momento ludico-ricreativo è molte volte occupato da programmi televisivi e giochi elettronici.Si perdono così anni preziosi in cui si dovrebbe coltivare la creatività come una risorsa unica e indispensabile come insegna Winnicott, infatti, la creatività appartiene al fatto di essere vivi.

Nell'ambito infantile l'arteterapia si può collocare come uno spazio di sperimentazione ludica in cui il bambino è libero di creare, manipolando e utilizzando materiali diversi, giocando con i colori.

Oltre ad osservare il processo creativo si stimola il bambino verso la conoscenza dei materiali. Le condizioni che fornisce un setting di arteterapia possono essere importanti per sviluppare nel bambino attività percettive, motorie e cognitive. Grazie alla libertà d'uso di materiali artistici esso scopre nuove possibilità di rappresentazione di se stesso, dell'ambiente circostante e dello spazio integrando così le sue conoscenze.

Durante l'esperienza di formazione in arteterapia è cresciuta la mia attenzione verso la fascia di popolazione più giovane: bambini, pre-adolescenti e adolescenti. Sono nati così alcuni progetti di intervento di arteterapia per alunni disabili nella scuola elementare, laboratori artistici ed espressivi con tecniche di arteterapia per bambini e adolescenti.

Penso sia utile coinvolgere le strutture scolastiche ed educative in progetti che aiutino i bambini a mantenere vivo l'interesse per l'arte e la creazione artistica, quali elementi integranti di una soddisfacente crescita personale. Inoltre osservare le dinamiche individuali e di gruppo all'interno di un laboratorio espressivo è estremamente utile anche per le insegnanti, il lavoro artistico-espressivo libera le emozioni.

Il lavoro di equipe fra insegnanti e arteterapeuta rafforza la conoscenza delle caratteristiche individuali di ogni bambino, facendo emergere, a volte, situazioni di stress, paure o ansie, sulle quali poi è possibile attuare un intervento mirato a risanare le situazioni.

Cristina Ghiglia

info@crighi.it
+39.333.3297810
via A.Nota, 46
20126 Milano

(MM-Bicocca)

Privacy

Inviando la tua richiesta acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi dell'art. 13 del D.Lgs. 30 giugno 2003 n. 196

Chi Sono

Diplomata come stilista di moda lascio dopo qualche anno la professione per dedicarmi alla produzione di artigianato artistico, decorazione di interni e alla conduzione di laboratori artistici e corsi creativi. Da dieci anni collaboro con il Comune di Milano in qualità di animatrice socio-culturale, attività che mi permette di proseguire l’esperienza di insegnamento di diverse tecniche decorative e di laboratori artistici ed espressivi per adulti e bambini. Nel frattempo mi diplomo in Arte terapia Clinica, professione che svolgo attualmente sia privatamente che in strutture scolastiche ed Enti pubblici e privati. Sono socio fondatore dell'Associazione culturale Lettori in Erba, costituitasi per promuovere l’esposizione precoce alla lettura e all'arte in tutte le sue forme. In parallelo ho continuato la mia ricerca artistica ed espressiva in pittura e scultura, partecipando negli anni a diverse esposizioni e mostre collettive.